Friday, February 8, 2008

Questi sono sordi...


Da Il Messaggero arriva la notizia che l”eni ha preparato qualche altro pezzo di carta nuovo. Chissa’ quante palle ci sono scritte sopra… e i politici/baronetti/signorotti /ignoranti ammoccano tutto:

ORTONA - La Regione Abruzzo ha inviato per conoscenza al Comune di Ortona una nuova relazione, a cura dell’Eni, sull’impatto ambientale del centro oli che dovrebbe sorgere in contrada Feudo. Il nuovo studio approntato dai tecnici della multinazionale riguarderebbe le emissioni in ambiente dei fumi prodotti dal centro oli e sarà esaminato nel corso della conferenza di servizio che si riunirà il 18 febbraio a Pescara. Il Comune, intanto, attraverso il dirigente del III settore, Antonio Giordano, ha smentito le voci di un inizio dei lavori di realizzazione dell’impianto: «I lavori attualmente in corso rientrano nella normale attività di manutenzione del pozzo Granciaro 1, situato in contrada Granciaro, che niente hanno a che fare con il centro oli -spiega l’architetto Giordano-. L’attività non è, quindi, assolutamente riconducibile alla delibera consiliare con cui il Comune ha approvato la variante di destinazione urbanistica dei dodici ettari di contrada Feudo». L’ufficio tecnico comunale ha anche provveduto ad inviare alla direzione dell’assessorato all’Ambiente della Regione Abruzzo una nota con cui si chiarisce che i lavori di realizzazione dell’impianto non sono ancora cominciati.

Nella mattinata di ieri, intanto, si è svolta la riunione dei capogruppo consiliari e si è stabilita la data del prossimo consiglio comunale fissato per lunedì 11 febbraio alle ore 18. All’ordine del giorno la perimetrazione del Parco della costa teatina; la modifica dello statuto comunale nella parte riguardante il numero degli assessorati (con la volontà di ridurre il numero degli assessori ora previsti da statuto fino a sette) e il rinnovo del consiglio d’amministrazione dell’Istituto Nazionale Tostiano in scadenza il 14 febbraio.

No comments: