Sunday, March 2, 2008

Maurizio Spina Pensiero


Ecco il Maurizio Spna pensiero , segretario regionale della CISL sul centro petrolio (=raffineria_) di ortona.

Appena apre bocca gia' si presenta male:

"Non bisogna lasciare il confronto alle sole valutazioni soggettive, per evitare che anche nella nostra regione prevalga la politica del no, del rinvio, del non assumersi le responsabilita’ che ci competono"
Che competenza ha il segretario regionale della CISL ? Che ne sai tu dell'H2S ? A te non compete nessuna responsabilita'.

"si presenta una importante opportunita’ di sviluppo per la nostra regione"
Ancora con la favola dei posti di lavoro?

"Attualmente l’indotto ENI in Abruzzo ha una occupazione diretta ed indiretta di circa 2.000 addetti locati su tutto il territorio regionale (Chieti, Ortona, Pineto, Sulmona, Pescara, Teramo, Cupello ). Sono convinto - conclude - che il Consiglio Regionale del 4 marzo e il ruolo da Voi ricoperto nella massima Istituzione d’Abruzzo, permettera’ di ricondurre il confronto verso le ragioni dello sviluppo, del rispetto del territorio e delle popolazioni che in esso vivono e lavorano”
Possibile che un sindacalista sappia fare solo le addizioni dei posti di lavoro? allora falli bene i conti.

Quante persone lavorano nell'agricoltura, per produrre uno tra i migliori vini e olio al mondo? Quante famiglie vivono grazie al vino e all'olio? quanti sono i lavoratori che vivono grazie alle cantine sociali? I terreni agricoli gia' non valgono piu' nulla, quanto varrano i terreni vicino al centro oli? Se perde il marchio DOC che ci facciamo con l'uva? Quanto varranno le case vicino al centro oli? Tu la compreresti una casa li? A quelle famiglie chi ci pensa? La cisl? Ai malati di tumore poi lo spiega la CISL che comunque le emissioni erano nel limite di legge?

Maurizio Spina prima di parlare accendi il cervello, ammesso che quella scatola attaccata al collo non sia vuota.

Il centro oli e' uno sviluppo suicida per la regione.

2 comments:

abruzzono-triv said...

spina è solo un povero ignorante sindacalista....buon a nulla vacci tu e i tuoi compari a lavorare...

adesso i sindacalisti non stanno più dalla parte dei cittadini ma da quelli dei padroni, dai quali poi ricevono le giuste ricompense.,...


VENDUTI


sarà forse che state aiutando il buon amico del turco?

dai magistrati..diamo un occhio alle intercettazioni telefoniche....

viva la terra d'Abruzzo said...

Purtroppo rimango della triste idea che ho sempre avuto: i sindacati sono per lo piu' (oggi) fonti di parassitismo lavorativo, i sindacalisti in aziende del terziario sono per lo piu' inutili per i lavoratori, molti di loro sono dei gran paraculi che si sono allestiti il loro microcosmo per non fare un c. mentre gli altri lavorano e se devono tutelarti non esistono.

Siete degli uomini inutili.