Tuesday, April 15, 2008

Il fuggitivo




Il capolavoro di Ottaviano alla guida della regione si e' materializzato ieri: una valanga di voti per il Pdl.

Credevi davvero di essere il padre padrone della regione e di poter fare quello che volevi senza rendere conto a nessuno ? Ti sbagliavi di grosso, i cittadini alla prima occasione hanno urlato forte che lo schifo che si e' visto durante questa amministrazione regionale non lo vogliono.

Gli elettori hanno presentato il conto, ed e' un conto amaro per Del Turco e i suoi amici al potere. La svolta a destra e' chiara, il discontento e' chiaro.

Unica eccezione il comune di Ortona dove la svolta c'è stata ma dall'altra parte: il duo Fratino.com-Di Martino non lo sopporta più nessuno e il Pd ha vinto. Come mai? Fratino.com la senti una certa vocina ? Si quella 'de li 4 cafun' ... beh erano 4 poi via via sono cresciuti, aspetta le prossime elezioni comunali, se hai buonsenso non ti presenti nemmeno piu', se sei furbo ti dimetti ora. E aspetta solo che questa faccenda delle piattaforme e i retroscena pubblicati da Maria Rita si vengano a sapere, vedrai come saranno tutti contenti a Ortona.

E il nostro eroe Del Turco intanto dove e'? Da Il Messaggero:
Nessuna dichiarazione ufficiale è venuta invece dal presidente della Regione Ottaviano Del Turco. Il governatore ha lasciato l’Abruzzo nella tarda mattinata di ieri, dicendo ai suoi collaboratori che le elezioni le avrebbe commentate a bocce ferme con un suo intervento da Roma. Lo farà molto probabilmente questa mattina sembra con una nota scritta. Certo, ieri, le notizia non sono state buone per il governatore. L’Abruzzo, regione in bilico, ha virato verso il centrodestra dandogli un senatore in più rispetto alle scorse elezioni politiche. Per il centrodestra si è trattato di un segnale alla stessa Regione. Gli abruzzesi non avrebbero gradito i provvedimenti adottati negli ultimi mesi. Dalle tasse aumentate per sanare il debito della sanità, ai ticket sui farmaci, allo scarso contenimento della spesa pubblica. Un tasto su cui hanno insistito molto le associazioni degli imprenditori, in primo luogo Confindustria Abruzzo e la stessa Associazione della piccola e media impresa. Del Turco aveva già captato i segnali non certo benevoli che gli erano stati lanciati nelle settimane scorse. Il risultato delle elezioni di ieri in Abruzzo hanno confermato quei segnali. Per queste ragioni non è escluso che metta in atto un rimpasto di giunta.

Ma quale rimpasto ? In esilio, altro che rimpasto.

No comments: