Monday, May 12, 2008

Il disastro Del Turco continua


Se ne erano perse le tracce, aveva cercato di dare la colpa a tutti tranne che a se stesso della mazzata presa alle elezioni. Si dava da fare per i vari rimpasti e meeting con D'Alfonso per fare il quadro della situazione, per cercare id capire...
eppure bastava che si guardasse allo specchio!

Continua a non vedere e a non capire il nostro eroe, il nostro visionario. Intanto prepara il suo 'rimpasto' e dice che vuole lasciare un segno forte da qui alla fine della legislatura. E infatti si vede il segno che vuole lasciare: termovalorizzatori (inceneritore per essere precisi) da nord a sud, da est a ovest nella regione dei parchi. Il visionario d'Abruzzo ne auspica tre ma nel frattempo abbiamo ricevuto una valanga di rifiuti da Napoli, come se di problemi non avessimo già per conto nostro.

E la sanità' che fine ha fatto? Il suo mega piano di ristrutturazione della spesa che fine ha fatto ? Una cosa e' certa, il 'piano di rientro' che doveva riportare la spesa sanitaria sotto controllo e' miseramente fallito. Il ministero dell'Economia e della Sanità' ha stabilito in un verbale di 60 pagine che la regione e' inadempiente.

Perche' ? Il dossier non lascia ombra di dubbio: "a causa dell’utilizzo di quote di finanziamento vincolate al servizio sanitario regionale per finalità extrasanitarie". Ottaviano dove sono finiti i soldi che dovevano andare alla sanita'? Li hai usati per far assumere in regione i vari amici raccomandati o ci hai pagato i vignettisti a peso d'oro ?

Il buco per il 2006 e' di 232 milioni di euro. Del Turco ci senti ? Lo vedi quanto e' grande quel numero?
232000000
di euro.

A causa di questo scoperto Irpef e Irap saliranno per riequilibrare i conti ma nel frattempo Ottaviano ha gia' ha messo le mani avanti: "Nessuna delle decisioni della Giunta regionale in carica ha determinato squilibri nel bilancio della sanità". E visto che il suo e' un governo fallimentare su tutti i fronti e che non ha la piu' pallida idea di come risolvere il problema della sanita' chiama Letta a Roma per vedere se il nuovo governo ci puo' mettere una pezza. Destra o sinistra, Pd o Pdl per quest'uomo disperato non fa piu' nessuna differenza, basta che qualcuno lo aiuti a non alzare le tasse regionali altirmenti sono altri voti persi per le prossime elezioni (ammesso che ci sia ancora qualcuno disposto a votare per lui).

Il nuovo governo regionale e' atteso per il fine settimana, avanti Del Turco, sorprendici ancora e per altri 2 anni con i tuoi giochi di prestigio. Come diceva Toto', vogliamo proprio vedere dove vuoi arrivare. Toto' pero' faceva ridere, tu fai piangere.

Avanti con ottimismo verso la catastrofe di una regione tra raffienrie, piattaforme, termovalorizzatori, turbogas, sanita' in bancarotta.

Per fortuna pero' abbiamo le bandiere blu.


Fonte:
http://www.ilmessaggero.it/view.php?data=20080511&ediz=08_ABRUZZO&npag=38&file=A_3053.xml&type=STANDARD

2 comments:

maria rita said...

Non ci resta che piangere. Ma possibile che questo uomo incapace non possa dimettersi per il bene di tutti?

Mi viene in mente il recall californiano - il referendum promosso dalla gente che caccio' via il governatore gray davis, colpevole di non avere saputo gestire il sistema energetico, causando dei blackout.

La gente, dopo un anno dei blackout, aveva messo su un referendum e detto ciao ciao a Gray Davis. La gente normale. e noi invece dobbiamo subirci questo incapace!

Pero' i pannelli al suo paesello se li e' fatti mettere!

wanadobee said...

ma quale andarsene, del turco e' della vecchia scuola del PSI anche se si e' riciclato diverse volte.

Questa gente qui non muore mai, vedrai ceh alle prossime elezioni salta foi di nuovo.