Tuesday, June 3, 2008

Precisazione

Ieri mi e' arrivato il commento che riporto sotto su un vecchio post riguardo Franco Caramanico.

Mi pare che le vostre posizioni siano preconcette...scusate, a me pare chiaro che Caramanico dica proprio quello che voi dovreste volere...quando parla del centro oli, non a caso nomina il parco della costa, difatti dato che l'autorizzazione al centro fu data dall'amministazione comunale di Ortona (di centrodestra), è stata ribadita da un piano regolatore dello stesso comune e non ha avuto opposizioni regionali ai tempi di pace, l'unico motivo per loccare l'opera è far sì che quei territori vengano destinati ad uso parco...geniale vero?non capisco cosa non va nel suo ragionamento
cara maria rita, le delibere prese a livello comunale da tempo, vedi Gissi, Ortona, etc, non possono essere bloccate così, per spirito di partigianeria, lo vieta la legge, sennò nulla sarebbe possibile per una serie di veti incrociati.
inoltre...informati!Caramanico non è stato mai indagato per nulla, tanto meno per abuso...la giunta regionale lo sta affossando solo perchè non ha aderito al PD
...ma dato che siete così bravi, trovate una soluzione egualmente geniale, come quello del parco della costa per quanto riguarda il caso Gissi...ovviamente a norma di legge!

Voler parlare(come fate voi), non equivale a poter parlare (con cognizione di causa)


I commenti fanno sempre piacere ma il lettore e' un po' distrattto.
Primo: non ho mai scritto che Caramanico e' indagato.

Secondo: questo non e' il blog di Maria Rita che invece e' www.dorsogna.blogspot.com .

Terzo: Caramanico parla di parco della costa teatina e fa/faceva parte della giunta regionale che vuole autorizzare il centro oli e le due cose sono chiaramente in contrasto. Non puo' far parte di una giunta che approva il centro oli e andare in tv e parlare del parco.

Quarto: "vostre posizioni sono preconcette". Quel 'voi' sembra quasi un'accusa, non faccio parte di nessun 'cartello' del no, non li conosco nemmeno quelli di natura verde, conosco solo maria rita di cui condivido le opinioni.

2 comments:

maria rita said...

Ci scommetto che il commentatore non si e' firmato.

Ad ogni caso, che io l'abbia scritto o meno sul mio blog (non ricordo!) Franco Caramanico E' INDAGATO. Ho appena fatto google ed e' uscito questo articolo de "Il Giornale" del Marzo 2008:

Bufera sanità sulla giunta di centrosinistra dell'Abruzzo. La magistratura di Pescara ha inviato informazioni di garanzia al presidente della Regione Ottaviano Del Turco e a sette assessori. Si ipotizza il reato di abuso d’ufficio in relazione a una delibera con cui si autorizzava un atto di transazione di 14 mln euro alla Deutsche Bank, la quale aveva a sua volta versato la cifra al gruppo sanitario che fa capo all’imprenditore Vincenzo Angelini. "È una cosa che si chiarirà in brevissimo tempo" commenta Del Turco.

Provvedimenti Gli assessori indagati sono: Bernardo Mazzocca (Sanità), Marco Verticelli, Giovanni D’Amico, Tommaso Ginoble, Franco Caramanico, Mimmo Srour e Fernando Fabbiani.


Non sono in nessun modo collegata a "Il Giornale" ed e' solo un caso che sia stato il primo della lista in google. Fra l'altro l'articolo compariva sulla versione nazionale del quotidiano.

Sara' un caso di omonimia? Non credo, ma tutto puo essere.

Si anche io odio quei "voi" accusatori, e soprattutto quando quei "voi" non si trasformano in "noi". Qui ci vogliono i politici con un po di coraggio. Caramanico e' assessore all'ambiente. Possibile che dopo anni che si parla della costa teatina non ci si puo sedere e perimetrarla????? Vorrei sapere cosa fa il su menzionato per proteggere l'Abruzzo nei fatti veri e non a parole.

buona giornata - mr

wanadobee said...

Possibile che tutto debba essere un 'noi' contro 'voi'? Non faccio parte di nessun 'noi' o 'voi' dico quello che penso. Purtroppo la critica e' sempre vista male in Italia, se non fai parte del 'volemose bene' e 'tireme a campa' pensiero non vai bene.