Wednesday, June 11, 2008

Thin Film Solar Technology

(Foto da treehugger.com)

Mentre i nostri politici dell'era della pietra pensano al nucleare le altre nazioni vanno avanti e si danno da fare per capire quello che sara' il dopo. E se oggi arrivano i risultati in termine di ricerca, tra pochi, pochissimi anni inizieranno a macinare profitti e creare posti di lavoro dalla produzione di pannelli solari di nuova generazione. Noi tra dieci anni saremo ancora a lamentarci che non c'e' lavoro e importiamo energia.

Ho scritto "pannelli solari" ma non e' esatto. La vecchia immagine di pannelli solare installati sui tetti come la concepiamo oggi sparirà'. Troppo silicio per quei pannelli, troppo costoso. Il nuovo modo di catturare l'energia solare sarà' con i "thin film", strati sottili e flessibili tipo quelli mostrati su in figura e 200 volte più' leggeri di quelli attuali. Il muro da abbattere per superare la dipendenza da carbone/petrolio e' 1 dollaro per watt.

Oggi:
1 watt di energia prodotto con petrolio o carbone costa circa 1$.
1 watt di energia prodotto con pannelli solari attuali costa circa 3 o 4$.

Domani:
1 watt di energia prodotto con i thin film solar panel costera' 0.80$ in 5 anni.
1 watt di energia prodotto con i thin film solar panel costera' 0.50$ in 10 anni.

Il mercato 'del solare' valeva 7 bilioni di dollari nel 2004 ed e' previsto valere 40 bilioni nel 2010.

Chiunque ha comprato in passato componenti per pc o gadget elettronici sa bene cosa succede al mercato dei semiconduttori quando inizia la concorrenza. Pensate al prezzo delle memorie prima, degli hard disk, dei monitor LCD delle macchine fotografiche digitali. Quando e' iniziata la produzione di massa il prezzo e' crollato e adesso ce li tirano praticamente dietro.

I thin film solar panel non fanno eccezione, e' una lega semiconduttore di rame-indio-galio-selenio ed entreranno in commercio a fine 2009. Questi pannelli hanno ottenuto il record mondiale di efficienza tra i diversi tipi di pannelli solari riuscendo a convertire il 20% di energia solare in energia elettrica. Provate solo ad immaginare cosa succedera' quando l'efficienza sara' al 90% come per altri dispositivi . Altro che il nucleare di Scajola e Berlusconi.

I nostri industriali cosa fanno ? Evidentemente sono abbastanza ignoranti in materia di energia. Invece di fiutare l'affare del solare applaudono Berlusconi e Scajola che parlano di nucleare. Gli Svizzeri sulle Alpi producono pannelli solari a 0.80$/watt, noi che siamo nel mediterraneo dove il sole non ci manca tutto l'anno facciamo le centrali nucleari.

Avanti Italia.

Link: 1 2 3



2 comments:

maria rita said...

l'italia da questo punto di vista, e' veramente indietro. l'industria del dot.com, il biotech, il nanotech, e ora le energie alternative pare che non interessino i nostri governanti.

siamo un paese che non vuole investire sulla ricerca di base che troppo spesso e vista come uno spreco di soldi, e poi, come dici tu, ci lamentiamo che importiamo energia e che non c'e' lavoro.

mi vengono sempre in mente le parole del presidente dell'NSF, Peter March che ci disse che la ricerca e' alla base del progresso e dello svilupo anche enconomico ed e per questo che gli USA ci investono tanto...

si raccoglie cio che si semina.

go lakers!

wanadobee said...

go celtics altro che lakers !

tanto martedi' vi facciamo la festa...