Monday, July 14, 2008

Del Turco e soci al capolinea



Quando e' stato indagato per le vicende della sanita' disse che poteva spiegare tutto, che era tutto un equivoco. Beh evidentemente non si e' spiegato bene il nostro presidente Del Turco. Ritenta adesso che sarai più fortunato.

Lui e la banda dei 35 indagati sono accusati di diversi reati tra cui:

associazione per delinquere, concussione, corruzione, riciclaggio, truffa, falso e abuso d'ufficio.

Alcuni degli altri indagati e/o arrestati:
"Oltre al Del Turco sono in carcere Lamberto Quarta segretario particolare di Del Turco, Camillo Cesarone consigliere del Pd, Antonio Boschetti, neo assessore alle Attività produttive, Gianluca Zelli, Luigi Conga, ex manager Asl Chieti. Agli arresti domiciliari, invece, si trovano Giancarlo Masciarelli ex presidente Fira che si occupò della prima e seconda cartolarizzazione dei debiti della Sanità, Vito Domenici (ex assessore alla Sanità di Forza Italia), Bernanrdo Mazzocca, assessore alla Sanità, Angelo Bucciarelli, candidato Pd al Parlamento.
A Francesco Di Stanislao e' stata applicata la misura del divieto di dimora a Pescara." (Fonte: PrimaDaNoi.it)


Che bella regione, si vede come eravamo amministrati bene, si capisce il metodo di lavoro di Del Turco & Company che con la terza media era riuscito pure a fare il ministro delle finanze e ad essere presidente della commisione antimafia.
Si capisce anche perché le casse regionali della sanità erano vuote: a noi i ticket, gli ospedali pieni e le attese di mesi anche per il più stupido degli esami, a loro i milioni di euro.

Leggo che la procura contesta un movimento di denaro di circa 14 milioni di euro di cui 12 gia' versati. Ci spieghino allora gli equivoci ancora una volta, prima alla procura e poi ai cittadini che li hanno eletti 2 anni fa. Dovrebbero anche risarcire i cittadini per il danno di immagine che ci e' stato arrecato visto che siamo finiti sui telegiornali nazionali e tutti se la ridono adesso.

E' proprio vero che "nin'z abbottn mai" (=Non si abbottano mai). Una concussione da 6 milioni di euro quella contestata a Del Turco: ma dova cavolo li nascondi 6 milioni di euro nell'era dell'informatizzazione ? 6 milioni di euro che girano tra conti correnti lasciano tracce dappertutto. Ingenuità totale o limiti di uno che ha voluto strafare avendo solo la terza media?

Se chiedevano 100 mila euro di mazzette magari la passavano liscia, ma siccome non gli basta mai ecco il risultato.

Vediamo ora se il nostro visionario d'Abruzzo, che disse: "Mi batterò contro chi ritiene che, respingendo i progetti di sviluppo di un colosso come l'Eni, si faccia del bene alla collettività abruzzese" (Fonte: PrimaDaNoi.it) avrà finalmente la decenza di dimettersi e riconsegnare la regione ai suoi cittadini.

Intanto anche la pagina di Del Turco su Wikipedia e stata aggiornata con gli ultimi avvenimenti e si puo' raggiungere a questo link.

Intanto con i conti della sanita' in rosso si organizza la "Festa della Sanita'" sulla Maiella, leggete qui.

Fonte Corriere della Sera e PrimaDaNoi.it

2 comments:

giacinto2000 said...

e pensare che questi bastardi, con a capo Furbizia Tagliente, volevano pure fare il nuovo ospedale a Vasto, struttura che non si sarebbe mai completata perche' in progettazione in una vallata a rischio frana. Fra i piu' delinquenti segnalo Boschetti, quello ceh disse che non si puo' parlare male della LAterlite a Lentella perche' porta lavoro, nonostate i danni che fa lungo il Trigno.

Anonymous said...

in AMERICA si dice :ruba ma non
ti far prendere altrimenti saranno guai seri... in ITALIA si ruba "tranquillamente" e, se scoperti si fa solo un po' di chiasso iniziale e poi... tutto finisce a tarallucci e vino.