Saturday, November 1, 2008

Chi votare?


Tra qualche settimana si andrà a votare per eleggere il nuovo presidente della regione Abruzzo e i nuovi consiglieri regionali.

Il PD si e' finalmente deciso ad appoggiare Carlo Costantini dell'IdV, il PDL presenta Giovanni (Gianni) Chiodi. Chi scegliere dei due ? In una paese normale e in un regione normale non prenderei neanche minimamente in considerazione l'idea di fare un post su questo tema.

L'ombra del centro oli incombe pero', la legge che blocca tutto fino a Dicembre 2009 sappiamo tutti che e' una toppa messa li' per zittire gli elettori fino alla fine della campagna elettorale. Cosa succederà dopo ? Nessuno lo sa, sappiamo solo che il governo regionale che scegliamo adesso ce lo dovremo tenere per altri 5 anni, mentre i petrolieri sono li tutti i giorni che cercano di fare pressioni come possono e a TUTTI i livelli.

Chiodi vs. Costanini dunque, chi votare ? Chi ci può dare più garanzie contro la realizzazione del centro oli ?

Metto le mani avanti subito, io non appartengo a nessun partito, penso con la mia testa e non voto solo perché uno e' di destra o di sinistra. I soli concetti di 'destra' e 'sinistra' mi fanno schifo e trovo che siano un modo di catalogare, fidelizzare e dividere la gente.

Il PD si e' accartocciato su se stesso dopo il ciclone che ha colpito Del Turco e soci e dopo mesi duro lavoro ha deciso che non era il caso di presentare un candidato autonomo, adesso ripiega sull'appoggio a Costantini.

Il PDL invece ? Loro dovevano avere gioco facile e potevano iniziare a fare una campagna elettorale vera e cominciare a parlare di come risolvere i problemi della gente e della regione. Invece no, da Luglio a oggi tutto quello che hanno saputo fare e' stato litigare sulla spartizione delle poltrone. Hanno litigato cosi' tanto che ci e' voluto Berlusconi in persona per decidere che dovesse essere il candidato presidente. Dunque teniamo a mente questo fatto, Chiodi e' stato scelto da Berlusconi in persona. Ricordiamoci anche il governo Berlusconi ha anche dichiarato la regione Abruzzo di interesse 'minerario'.

Ora tutto tace per il centro oli, ma sappiamo tutti che da Gennaio l'Eni e la MOG torneranno a muovere le acque e a tirare i fili giusti. Fatico ad immaginare una conversazione in cui Berlusconi dice "il centro si deve fare" e Chiodi dice "no". Potrà Chiodi dire no a colui che lo ha messo sulla poltrona di presidente regionale ? Io la vedo difficile.

Non ho nulla contro Chiodi, ho letto la sua biografia su giannichiodi.com e mi sembra che sia impeccabile. Peccato che le elezioni si avvicinino e ilo suo sito internet risulti ancora in costruzione e che oltre la biografia non ci sia nulla. Il PDL ha presentato la lista per la spartizione delle poltrone ma del programma non ancora si sa nulla. Come dire, questione di priorità.

C'è anche un altro motivo per cui chi vuole dire no al centro oli non dovrebbe votare Chiodi. La legge regionale piu' assurda che ci possa essere, prescrive che il presidente vincente porti con se altri 7 candidati che non devono nemmeno fare campagna elettorale. Chi c'è l primo posto del 'listino' ? Chiavaroli Federica, presidente provinciale dei giovani imprenditori di Confindustria. E noi ci siamo dimenticati il presidente regionale Marrollo cosa pensa del Centro Oli? Che lui e' nell'elenco delle aziende che ci vogliono 'mangiare' con il centro oli ?

Non credo che sia nell'interesse di chi si oppone al centro oli votare per Chiodi. Abbiamo bisogno di un presidente che non sia legato a confindustria, che non sia legato al governo centrale di Roma su cui i petrolieri possono fare pressione.

Per tutto quanto detto, e non perché e' di 'destra' o 'sinistra', credo che sia meglio votare l'IdV e Carlo Costantini.

3 comments:

pierosalvatore said...

Notizia importante.

http://www.lucanianews24.it/?p=8980

mario franco basilico said...

Avevo giurato di non votare più, sono convito che le decisioni importanti lo possono prendere i politici locali se corrispondono a quelli nazionali, altrimenti, decideranno autorità superiori.
Da molti anni vedo che i politici locali si interessano di feste patronali, di tornei di calcetto, sagre, commemorazione dei caduti di tutte le guerre e partecipano alle processioni, ma fanno finta di non accorgersene dei vari disastri, dai tempi biblici, per loro interesse, filtrano i moscerini e lasciano passare i cammelli.
I problemi dei Cittadini meritevoli sono ignorati ma, questa volta contro la mia volontà, forse sarò costretto di votare ma, da adesso mi sento male; deciderò all'ultimo istante, i segretari dei partiti mi fanno ghiacciare il sangue perchè un Bravo Candidato, dopo le elezioni, dovrà cambiare opinione, dipenderà dalle segreterie composte dalle stesse persone che hanno sfasciato l'Abruzzo.
Cosa deve ancora accadere di peggio per poter vedere un rinnovamento politico?

maurovanni said...

caro amministratore, come al solito mi compiaccio!!

analisi impeccabile.....

maurovanni