Wednesday, February 4, 2009

Sempre i soliti


Si parla di enrgia, si parla di possibili imbrogli. Ognuno pensi ad una azienda energetica nazionale, attiva nel campo del gas e del petrolio. Abbiamo pensato la stessa cosa ? Penso di si. Certo che hanno proprio una brutta 'annominata' quei signori li, quelli del cane...

Questa volta pero' non sono soli e con loro ci sono anche Butan Gas e Liquigas, e si parla di Gpl in particolare.

Secondo quanto riportato da Repubblica.it, l'Antitrust ha deciso di estendere a tutto il territorio nazionale un inchiesta riguardante un possibile cartello nazionale del prezzo del Gpl ad uso domestico. "La decisione è stata adottata alla luce di una dettagliata segnalazione pervenuta all'Autorità garante della concorrenza e del mercato secondo la quale le società Butan Gas, Eni e Liquigas, principali operatori attivi in Italia, avrebbero partecipato a un'intesa volta alla determinazione congiunta dei listini dei prezzi al pubblico del Gpl sfuso e in bombole su tutto il territorio nazionale". (Fonte: Repubblica.it)
E ancora: "Secondo la segnalazione - spiega l'Autorità in una nota - l'accordo, che si sarebbe realizzato attraverso incontri a livello di vertice, sarebbe stata finalizzato alla determinazione congiunta dei listini dei prezzi al pubblico del Gpl sfuso e in bombole su tutto il territorio nazionale".

Ecco forse perche' il prezzo delpetrolio scende al livello mondiale e in Italia rimane tutto come prima. Ecco perche' le aziende che fanno buisiness in Italia son sempre le stesse. nessuno fallisce, ma non si permette neanche a nessuna altra azienda di nascere. Tutto manipolato, tutto anestetizzato, tutto sotto controllo dei soliti 3 o 4 che gestiscono tutto.

Evviva l'Italia.

1 comment:

mario franco basilico said...

Anche le società del gas e del petrolio, copiano i metodi adottati dai nostri partiti politici; hanno perfezionato un sistema infallibile, una democrazia perfetta, ognuno può sfruttare il più debole a suo piacimento, solo che non devono mai ostacolare il più forte; chi si oppone viene irrevocabilmente emarginato.