Saturday, March 21, 2009

Chiodi e le promesse elettorali

(Foto: tabella comparativa sui costi dei consiglieri regionali e presidente
di regione, clicca per ingrandire. Fonte: Il Messaggero.it)



E adesso nessuno dica che Gianni Chiodi non mantiene le promesse elettorali. Un impegno preso in campagna elettorale il nostro Chiodi e' riuscito a mantenerlo: quello di andare a cena con il presidente del consiglio Silvio Berlusconi.

"Un appuntamento che avevamo preso in campagna elettorale - ha commentato Gianni Chiodi - una serata molto piacevole" (Fonte: qui). Bravo Gianni, almeno un impegno lo hai mantenuto, peccato che Silvio non e' un cittadino abruzzese ma colui che ti ha messo su quella poltrona da presidente, colui che ti e' venuto a fare la campagna elettorale, colui che ti ha fatto vincere.

E gli impegni con gli abruzzesi che ti hanno votato dove li mettiamo ? Avevi detto che avresti ridotto i costi della politica in una regione che e' vicino alla bancarotta. Che fine ha fatto quella promessa ? Basta fare una legge di un rigo: "tutti i nostri compensi sono ridotti del 50%". Non ci vogliono piu' di 5 minuti, ma forse per Gianni e compari e' troppo difficile.

Mentre la cassa integrazione e' aumentata del 1.200% e la disoccupazione cresce vertiginosamente, Chiodi guadagna 13.844 euro al mese in qualità di presidente. Con quello stipendio e' il terzo più pagato d'Italia mentre il meno pagato (7.102 euro al mese) e' il presidente dell'Umbria. I numeri dello scandalo sono riportati nella tabella sopra.

Lo scandalo dei costi della politica abruzzese e' riemerso con forza dopo una serie di -ottimi- articoli di Lilli Mandara su Il Messaggero. Il 13 e il 14 Marzo Lilli sbatte in faccia a Chiodi e soci i numeri dello scandalo e il governo risponde con la vecchia strategia del fumo negli occhi. Dicono che "ci vuole una commissione, poi alcuni commissari, e poi riunioni, visite guidate, telefonate, raffronti, consulenze che dovranno essere poi illustrate a presidenti di consiglio, di giunta, di commissione, dirigenti e consiglieri". Insomma un processo da incubo che e' chiaramente teso a far passare del tempo e a far mettere a tacere la questione. Nel frattempo loro diventano ricchi alle spalle dei cittadini Abruzzesi.

A proposito, si parla di una cena a Roma con grandi chef e una quindicina di invitati tra cui i parlamentari, tutta gente che può benissimo permettersi di pagare il conto di tasca propria.
Non e' che quella cena finisce in conto ai cittadini Abruzzesi, giusto ?
Hai fatto bene invece a portare in dono Silvio un libro sull'Abruzzo. Almeno impara qualcosa della nostra storia, della nostra cultura, dei nostri parchi e della nostra natura. Spero chi sia aggiornato con le foto di trivelle, raffinerie e cisterne cosi' da dargli una anteprima del disastro che voi due state combinando per questa regione.

La promessa di fermare la petrolizzazione dellAbrzzo che fine ha fatto ? Anche quella e' stata ampiamentee disattesa. Leggete qui.

No comments: