Wednesday, April 8, 2009

Mappa sismica d'Italia

(Foto: Mappa della Classificazione Sismica del 2004 scaricata dal sito della protezione civile il giorno 8/4/2009, 3 giorni dopo il devastante terremoto dell'Aquila. Perché L'Aquila non e' segnata come da massimo rischio vista anche la sua storia sismica? Clicca su foto per ingrandire)



La mappa che vedete sopra e' presa dal sito web ufficiale della protezione civile (Fonte: qui). Ecco come commenta la protezione civile i diversi colori:

Zona 1 - Rossa -E' la zona più pericolosa, dove possono verificarsi forti terremoti. Comprende 708 comuni.

Zona 2 - Arancio - Nei comuni inseriti in questa zona possono verificarsi terremoti abbastanza forti. Comprende 2.345 comuni

Zona 3 - Giallo - I Comuni interessati in questa zona possono essere soggetti a scuotimenti modesti. Comprende 1.560 comuni.

Zona 4 - E' la meno pericolosa. Nei comuni inseriti in questa zona le possibilità di danni sismici sono basse. Comprende 3.488 comuni.

Basta un'occhiata veloce alla mappa per capire che qualcosa non quadra. In Abruzzo c'è un buco in cui cadono L'Aquila e diversi comuni limitrofi. Come e' possibile ? Chi e' il responsabile che ha elaborato quella mappa ? Quale inciucio c'è sotto ? Forse Bertolaso e soci dovrebbero andare tutti a casa. Questo perlomeno succederebbe in una nazione seria, certo non succederà in Italia. Loro sono gli eroi e i pensatori positivi, tu che punti il dito a qualcuno o qualcosa sei quello che pensa negativo e pessimista.

A nessuno sembra invece passare per la mente che e' ora di cominciare a puntare il dito contro chi ha sbagliato o cosa non funziona non per essere pessimisti, ma per capire dove si sbaglia e iniziare a fare le cose meglio. Purtroppo, imparare dai propri sbagli e cercare di non ripeterli non sembra essere una caratteristica del DNA italiano.

L'elenco dei comuni della provincia dell'Aquila e relativa pericolosità sismica e' riportato sotto, i dati sono sempre quelli ufficiali presi dal sito della protezione civile (Fonte: file .xls). I comuni segnati con 1 sono quelli a massimo rischio, con 2 quelli a medio rischio. L'Aquila città ha un valore 2 di media pericolosità nonostante dal 1300 al 1700 ci sono stati 7 grandi terremoti. Certo il fatto che l'ottavo sia arrivato nel 2009 dopo circa 300 anni può indurre a pensare che, tutto sommato, non si poteva prevedere. Per un cittadino ci può anche stare come ragionamento, ma chi ha compilato quella mappa doveva forse considerare che per la storia del pianeta dire 300 anni e adesso sono la stessa cosa. Allora forse c'era da aspettarselo che prima o poi, oggi o tra 100 anni, sarebbe ricapitato.

Certo, elevare la pericolosità da media a alta sicuramente avrebbe comportato norme più severe per i costruttori e quindi costi maggiori. Mettere i tondini di ferro nel cemento armato con un diametro maggiore costa, usare tondini rinforzati al carbonio costa, mettere più cemento e colonne costa pure quello. Nel frattempo incrociamo le dita.

La mappa in uso dalla protezione civile che ho riportato in alto e' in pieno contrasto in diverse aree con quella elaborata dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia nel 2006. Tanto per cambiare, la scienza dice una cosa e la protezione civile, politica e tutti gli organi politicizzati dicono altro. Competenza e serietà da una parte contro opportunismo, favoritismi, affari e tornaconti personali dall'altra parte.

Come si può vedere dalla mappa della pericolosità sismica elaborata dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia TUTTA la zona montana dell'Abruzzo e' segnata come da massimo pericolo, L'Aquila e provincia inclusa.

L'incongruenza tra la mappa elaborata dalla politica e quella elaborata dalla scienza e' stata discussa sul blog di Emergenza Ambiente Abruzzo dal Prof. Francesco Stoppa dell'Università d'Annunzio di Pescara. Il 4 Aprile 2009, solo un giorno prima del sisma che ha portato morte e distruzione, Stoppa avvisava che gli edifici non erano pronte a reggere un sisma "vero". Sfortunatamente Stoppa ha avuto ragione, L'Aquila e' un cumulo di macerie.

Ancora una volta, l'informazione seria era nascosta su un blog di gente che non aveva nulla da guadagnarci a dire la verità. I grandi giornali e le istituzioni minimizzavano tutto invece di invitare alla prudenza. Potevano ad esempio dire ai cittadini di tenere le porte aperte con delle zeppe visto che quando l'edificio si deforma (prima di crollare del tutto) le porte rimangono incastrate nei telai e di fatto non riesci nemmeno a lasciare la tua stanza da letto.

Questo e' l'elenco ufficiale sul rischio di pericolosità della protezione civile per i comuni della provincia dell'Aquila (1- alto rischio, 2- rischio medio). Chi abita nei comuni segnai dal 2 farebbe bene a preoccuparsi e ad invitare il proprio sindaco a verificare se quella sia la giusta designazione.

A
Acciano 2, Aielli 1, Alfedena 2, Anversa degli Abruzzi 1, Ateleta 1, Avezzano 1

B
Balsorano 1, Barete 1, Barisciano 2, Barrea 2, Bisegna 1, Bugnara 1

C
Cagnano Amiterno 1, Calascio 2, Campo di Giove 1, Campotosto 2, Canistro 1, Cansano 1, Capestrano 2, Capistrello 1, Capitignano 1, Caporciano 2, Cappadocia 2, Carapelle Calvisio 2, Carsoli 2, Castel del Monte 2, Castel di Ieri 1, Castel di Sangro 1, Castellafiume 1, Castelvecchio Calvisio 2, Castelvecchio Subequo 1, Celano 1, Cerchio 1, Civita d'Antino 1, Civitella Alfedena 2, Civitella Roveto 1, Cocullo 1, Collarmele 1, Collelongo 1, Collepietro 2, Corfinio 1

F
Fagnano Alto 2, Fontecchio 2, Fossa 2, Gagliano Aterno 2

G
Gioia dei Marsi 1, Goriano Sicoli 1

I
Introdacqua 1

L
L'Aquila 2, Lecce nei Marsi 1, Luco dei Marsi 1, Lucoli 2

M
Magliano de' Marsi 1, Massa d'Albe 1, Molina Aterno 2, Montereale 1, Morino 1

N
Navelli 2

O
Ocre 2, Ofena 2, Opi 2, Oricola 2, Ortona dei Marsi 1, Ortucchio 1, Ovindoli 1

P
Pacentro 1, Pereto 2, Pescasseroli 1, Pescina 1, Pescocostanzo 2, Pettorano sul Gizio 1, Pizzoli
1, Poggio Picenze 2, Prata d'Ansidonia 2, Pratola Peligna 1, Prezza 2,

R
Raiano 1, Rivisondoli 1, Rocca di Botte 2, Rocca di Cambio 2, Rocca di Mezzo 2, Rocca Pia 2, Roccacasale 2, Roccaraso 2

S
San Benedetto dei Marsi 1, San Benedetto in Perillis 2, San Demetrio ne' Vestini 2, San Pio delle Camere 2, San Vincenzo Valle Roveto 1, Sante Marie 1, Sant'Eusanio Forconese 2, Santo Stefano di Sessanio 2, Scanno 2, Scontrone 2, Scoppito 2, Scurcola Marsicana 1, Secinaro 2, Sulmona 1

T
Tagliacozzo 2, Tione degli Abruzzi 2, Tornimparte 1, Trasacco 1

V
Villa Santa Lucia degli Abruzzi 2, Villa Sant'Angelo 2, Villalago 2, Villavallelonga 1, Villetta Barrea 2, Vittorito 1



No comments: