Wednesday, April 15, 2009

Vauro e la vignetta sui cimiteri

(Foto: vignetta di Vauro sull'aumento della cubatura
dei cimiteri per la trasmissione Annozero)


Ecco quale e' il nuovo problema dell'Italia. Dopo il terremoto che ha reso inagibile il 50% delle case di pastafrolla, dopo quasi 300 morti, Vauro e le sue vignette sono il problema.

Allora eccoci qui al solito copione all'Italiana che si ripete puntuale per ogni tragedia.
L'Aquila tremava (e continua a tremare) da almeno 3 mesi ma nessuno si e' sentito in dovere di preparare una esercitazione o di preparare dei piani di emergenza. Tranquillizzare tutti era la parola d'ordine.

Nel frattempo il governo era alle prese con un decreto legge che per stimolare l'economia voleva aumentare le cubature del 30%. Nel decreto si parlava anche di autocertificazioni e semplificazioni amministrative in zona sismiche. Tutto normale, il malaffare continua in tutta Italia come al solito, con tangenti, corruzione e ruba di qui ruba di la.

Ricordiamoci che aumentare le cubature del 30% significa aumentare il peso sulle fondamenta della casa, ma questi dettagli nessuno li considera in Italia. E' più importante aumentare i metri quadrati disponibili cosi' sale il prezzo della casa e possiamo fare più speculazione.



Poi il disastro arriva perché prima o poi arriva sempre: un terremoto, una valanga una alluvione. E allora ecco che scatta il clima da unita' nazionale segnato dal clima alla "volemose bene", "siamo tutti aquilani". Nei giorni seguenti il terremoto quando tutta la stampa nazionale e mondiale punta gli opcchi su L'Aquila e' VIETATO parlare fuori dal coro. Tutti dicono che va tutto bene, Bertolaso e' un eroe, in tv vanno in onda solo i complimenti dei terremotati a Berlusconi. Chi lo prende a male parole non viene mostrato in tv. Tutto bene, saremo fuori dall'emergenza presto.

Il siggillo ufficiale al clima da tarallucci e vino arriva niente di meno che dal Presidente della Repubblica che dice: "nessuno e' senza colpe". Eccoci qui, il verdetto arriva dalla poltrona piu' alta. Siamo tutti colpevoli che e' come dire, nessuno e' colpevole di nulla. Caro presidente ti sbagli, i colpevoli sono pochi e quelli che sono morti e sono rimasti senza casa sono tanti. Io non ho fatto leggi indecenti, io non ho costruito case senza cemento, io non ho fatto profitto con quelle case, io non ho fatto le leggi sui condoni edilizi, io non hoho una casa condonata. Io non sono colpevole di quelle morti come molti altri. Alkcuni dei colpevoli di quelle morti oggi si spacciano per i salvatori della patria e degli sfollati. Che schifo.

Il problema numero uno e' in istituzioni moralmente e finanziariamente corrotte, nell'incapacita' generalizzata di chi comanda. Personaggi che sono stati seduti nelle poltrone delle istituzioni per decenni hanno sguazzato nel potere facendo. Hanno fatto leggi indecenti per favorire amici degli amici anziche' i cittadini. I nome e i cognomi si possono trovare, a patto che si voglia. Ma chi vuole veramente ?

L'Aquila nel 1983 e' stata declassata dalla Regione Abruzzo da zona a massimo pericolo a zona a pericolo medio di terremoti (Fonte: qui). Ci sarà pure qualche firma su quei documenti. E la protezione civile non ha avuto nulla da dire quando la regione ha compiuto quella mossa scellerata ? Quali costruttori e gruppi di interesse hanno guidato quella scelta ? Chi ci ha mangiato ? Abbassare la pericolosità sismica vuol dire costruire con meno cemento e meno ferro, con regole meno severe. In altre parole vuol dire fare più profitto.

In mezzo a tutto questo schifo il governo deve venire a L'Aquila a rompere le scatole a chi sta lavorando per fare un consiglio dei ministri straordianrio. Elicotteri e macchinoni porteranno a spasso i ministri tra le macerie con le scorte e tutto quanto ne consegue. Altri soldi buttati per dire" "io c'ero" mentre agli sfollati diamo al massimo 400 euro al mese per famiglia.

E il problema sono le vignette di Vauro e Annozero ? Non sono neanche un fan di Vauro e tanto meno di Santoro, ma rimane il fatto che sono gli unici che hanno avuto il coraggio di dire una cosa diversa da tutti gli altri.

E poi il nostro presidente del consiglio non era il grande esperto di televisioni ? Se fosse davvero esperto saprebbe anche che e' il pubblico a giudicare. Santoro e' li perché fa i suoi milioni di ascoltatori e la Rai ne trae profitto. Un po' strano il concetto di capitalismo di Berlusconi e del PDL. Fino a quando gli conviene e' il mercato che decide, in altre circostanze e' meglio passare a metodi da dittatura fascista. Avete presente i filmati dell'Istituto Luce ?

Cosa c'e' di cosi' offensivo nella vignetta ? Perche' tutti i giornali ne parlano ma nessuno la mostra ? Tutti i giornali sono occupati a fare il lavaggio del cervello agli italiani sul fatto che Vauro vada cacciato e Annozero chiusa. Nessuno pero' che mostri la vignetta e lasci decidere a chi legge se era indecente o meno. Quando chi deve fare informazione e vigilare e' colluso con chi e' al potere si e' in dittatura. Questa e' dittatura.



Ecco le altre vignette di Vauro (cliccare per ingrandire).




















































2 comments:

loalbe said...

Incredibile, il mio è il primo commento. Complimenti a chi ha postato la pagina, questa è la sola informazione cui faccio riferimento. I giornali italiani non si possono più leggere ("libero", 9 colonne per una vignetta!!!),in questo paese non si può più vivere, l'italia del grande fratello va abbandonata. Chi può permetterselo lo faccia quanto prima.
Come sempre, mi firmo.
Lorenzo Alberti

maria rita said...

ciao - gran bel post. non ho visto la puntata di annozero in questione, ma da quel che leggo dai giornali italiani hai ragione: invece di guardare ai colpevoli veri - a partire dalla impregilo che costruisce ospedali di cartapesta con decenni di ritardo - si preferisce mettere tutti a tacere, anche un vignettista!

si questa e' proprio una dittatura.